Dopo mesi di indagini, la polizia cinese ha appena messo fine a un traffico particolarmente lucroso dei dati personali da parte dei clienti di Apple. 82 dipendenti cinesi della società avevano infatti venduto sul mercato nero delle informazioni personali private dei membri del marchio quali nomi, numeri di telefono e gli ID Apple.

In totale, sono riusciti a raccogliere 50.000 yuan o circa 7 milioni di euro. È circa 22 dipendenti coinvolti sono riusciti a ingegnosamente a utilizzare il vantaggio dalla loro posizione privilegiata di Apple e il loro accesso al sistema informatico per rubare molti dati dei clienti, ottenendo cosi pepite d’oro su alcuni mercati illegali . Essi sono quindi accusati di furto, truffa, ricettazione, abuso di fiducia, ma soprattutto per violazione della privacy.

Tutto ciò è accaduto nel paese del Sol Levante ma cosa accadrà e come verrà applicata la nuova legge sulla privacy che verrà applicata in tutto Europa nel 2018.

Cosa ne pensate di tutto quello che sta accadendo? Oramai non ci può più sentire al sicuro?

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami