Tra i protagonisti indiscussi del keynote introduttivo della Worldwide Developers Conference 2017 non poteva mancare iOS 11, l’aggiornamento del sistema operativo più diffuso, che arriverà sugli iPhone e gli iPad compatibili tra pochi mesi portando con sé un carico consistente di migliorie.

Partiamo dalle novità per iMessage, che con iOS 11 è sincronizzato su tutti i dispositivi tramite iCloud; inoltre, presenta adesso un App Drawer in basso dal quale è possibile selezionare subito le app utilizzabili tramite la piattaforma.

 Con iOS 11 arriva un importante cambiamento anche per Apple Pay, che consente i trasferimenti di denaro tra gli utenti, tramite iMessage: in sostanza, sarà possibile non solo pagare nei negozi e online, ma anche inviare denaro ai propri amici in maniera semplice tramite Messaggi.

Siri: arriva una nuova interfaccia più grafica, ora saranno mostrati due risultati per ricerca e la voce dell’assistente sarà più naturale. Ora sarà anche in grado di effettuare traduzioni da Inglese, Cinese, Francese, Italiano, Spagnolo e Tedesco. Siri sarà inoltre capace di proporre suggerimenti su cose che potresti ritenere interessanti sulla base della sua migliorata tecnologia di machine learning. Ad esempio mostrerà articoli che dalle tue domande potrebbero essere di interesse. L’apprendimento di Siri sarà condiviso con tutti i tuoi device ma Apple ci tiene a specificare che questi dati sono assolutamente protetti e a prova di intrusi.

Foto: Migliorata la qualità delle immagini, stabilizzazione ottica delle immagini e Depth API per scatti più profondi. Ora Apple Image sfrutta il machine learning per riconoscere in maniera più intelligente in quale categoria dei Ricordi mettere i vostri scatti. Riconoscendo ad esempio gli eventi sportivi o i matrimoni. Arrivano le live foto, con cui fare scatti “in movimento”, un po’ come quelli di Harry Potter – o per dirla più terra terra, come delle semplici GIF. Comunque non male.

Con iOS 11, cambia anche l’aspetto di alcuni elementi dell’interfaccia: il nuovo Centro di controllo, ad esempio, raccoglie tutto in un’unica pagina e supporta il tocco tramite 3D Touch per accedere ad altre scorciatoie. Inoltre, la tendina delle notifiche diventa un tutt’uno con la schermata di sblocco.

 Ovviamente non potevano mancare le novità per Apple Music, che adesso diventa un po’ più social e, proprio come Spotify, permette di seguire quel che ascoltano i propri amici. Con iOS 11, infatti, ogni utente potrà creare una pagina personale per condividere le proprie playlist e mostrare i propri gusti musicali.
La realtà aumentata assumerà finalmente un ruolo di rilievo all’interno del sistema operativo. Con ARkit Apple darà infatti modo agli sviluppatori di utilizzare la fotocamera e la capacità di calcolo dei suoi processori per creare facilmente esperienze estremamente più complesse e coinvolgenti di quelle che hanno rapito i giocatori di tutto il mondo su Pokémon Go.

iOS 11 segnerà la fine del supporto con i dispositivi a 32-bit, e non saranno nemmeno più supportate le app, come rivelato da alcuni tester che hanno avuto modo di mettere le mani sulla prima beta dell’OS.
Interessante anche notare la lista dei dispositivi supportati, che come sempre è molto ampia, in quanto nelle intenzioni di Apple c’è di ridurre al minimo la frammentazione aggiornando quanti più dispositivi possibili.
Ma facciamo un pò di chiarezza a riguardo.
Gli iPhone che verranno aggiornati ad iOS 11 saranno i seguenti:

  • 
iPhone 7
  • iPhone 7 Plus
  • iPhone 6s
  • iPhone 6s Plus
  • iPhone 6
  • iPhone 6 Plus
  • iPhone SE
  • iPhone 5s

Discorso analogo anche per gli iPad:

  • iPad Pro 12,9” (2ª generazione)
  • iPad Pro 12,9” (1ª generazione)
  • iPad Pro 10,5″
  • iPad Pro 9,7″
  • iPad Air 2
  • iPad Air
  • iPad (5ª generazione)
  • iPad mini 4
  • iPad mini 3
  • iPad mini 2

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami
Daniel Aka Iheukwumere
Ospite
Daniel Aka Iheukwumere

Bisogna vedere come sarà performante sui vecchi iphone XD