Il ransonware Petya che cripta il contenuto di un computer per renderlo inutilizzabile fino a quando non viene pagato un riscatto si è fatto un gran parlare di se il mese scorso tra targeting gruppi multinazionali ed istituzioni pubbliche in tutto il mondo e provocando il caos in tutto terra.

Per sbarazzarsi del virus, i suoi creatori hanno immaginato un sistema di riscatto per le vittime di sbarazzarsi di pagare $ 300 dollari.

E per la prima volta da quando la diffusione di virus, hacker dietro l’attacco informatico sono espressi su darkweb. La fonte del messaggio è stato verificato da quando è stato firmato con la chiave privata di Petya.

Via DeepPaste, accessibile solo in rete Tor, i creatori del rançongiciel offrono la chiave per la rimozione del software contro l’equivalente di 230.000 euro in moneta virtuale. La chiave sarebbe decifrare, e quindi sbloccare i computer infetti. Fatta eccezione per quelli di cui i sistemi di avvio è stato colpito.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami