Un certo numero di clienti OnePlus ha segnalato insolite transazioni con carte di credito dopo l’acquisto di prodotti dal negozio online del produttore di smartphone. E oggi OnePlus annuncia un’investigazione formale.

OnePlus rivela che i reclami vengono solo dagli utenti che hanno effettuato acquisti diretti e aggiunge che gli acquisti che coinvolgono servizi di terze parti, ad esempio PayPal, non sono interessati.

La società afferma che non memorizza le informazioni sulla carta di credito che gli utenti inseriscono quando effettuano un acquisto. OnePlus spiega che questi dati vengono effettivamente elaborati, ma non archiviati, da una società di elaborazione dei pagamenti.

L’unico momento in cui le informazioni relative alla carta di credito vengono memorizzate sui server OnePlus è quando gli utenti scelgono l’opzione “salva questa carta per transazioni future” e anche in questo caso vengono memorizzati solo un token e alcune cifre del numero della carta.

OnePlus dice che usando solo queste informazioni non è possibile fare acquisti, suggerendo che anche se quei dati in qualche modo finissero nelle mani sbagliate sarebbe “impossibile” decrittografarli.

Ci sono circa 90 richieste di transazioni fraudolente nei forum della community OnePlus, con la stragrande maggioranza negli ultimi due mesi. OnePlus consiglia agli utenti interessati di contattare la propria banca per invertire il pagamento.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami