A Stanford, gli scienziati hanno progettato un sistema basato sull’intelligenza artificiale per prevedere con precisione quanto tempo rimane da vivere per un paziente molto seriamente malato. Il documento, intitolato ” Palliative Care with Deep Learning “, è disponibile online per i più curiosi. In particolare, afferma: ” Migliorare la qualità delle cure di fine vita per i pazienti ospedalizzati è una priorità per le organizzazioni sanitarie. Gli studi hanno dimostrato che i medici tendono a sopravvalutare la loro prognosi, che, in combinazione con l’inerzia del trattamento, induce una discrepanza tra i desideri dei pazienti e l’assistenza effettivamente fornita alla fine della vita. 

Questa intelligenza artificiale è stata creata e addestrata utilizzando oltre due milioni di registrazioni, in particolare per scoprire schemi ricorrenti in cui i medici non sono in grado di farlo. Detto questo, il sistema non è ovviamente preciso al 100% ma i ricercatori affermano di avere un modello del 90%. Impressionante.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami