Il programma della seconda generazione di AirPods: la possibilità di chiamare l’assistente vocale Apple pronunciando la frase “Hey Siri”. Come su un dispositivo iOS o con l’ HomePod , i dispositivi ascolteranno costantemente per riconoscere la frase chiave e ascoltare le istruzioni dei propri utenti. Questa impresa sarebbe resa possibile da un chip W2 che sostituiva l’attuale chip W1 e migliorando ulteriormente le connessioni Bluetooth. D’altra parte, non si parla di un possibile miglioramento della qualità del suono.

Per il 2019, Apple avrebbe lavorato su un modello di cuffie resistenti agli schizzi e alla pioggia, ma che non dovranno essere immersi nell’acqua. Un tale tasso di aggiornamenti dimostra che Apple dà molta importanza al suo prodotto mettendolo al livello dei suoi dispositivi principali e non al grado di semplice accessorio.

Fonte: 
Bloomberg

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami