Diverse banche statunitensi e britanniche non vogliono più che i loro clienti investano in Bitcoin o in qualsiasi altra criptovaluta. Non possono più comprare criptovaluta usando la loro carta di credito. Debiti, inadempienze, frode e riciclaggio di denaro sono i principali argomenti delle banche che adottano tali misure, riferisce Bloomberg .

Bitcoin: compra con la tua carta di credito, è finita

JP Morgan Chase, Bank of America e Citigroup hanno annunciato restrizioni negli Stati Uniti. Nel Regno Unito sono coinvolte le banche del gruppo Lloyds: Lloyds stessa, Bank of Scotland, Halifax e MBNA. Secondo un portavoce di Bank of America, questa decisione riguarda solo le carte di credito , che sono ampiamente utilizzate negli Stati Uniti, e non le carte di debito, che sono generalmente utilizzate per le spese quotidiane.

“Continueremo ad aggiornare la nostra politica sulla base degli sviluppi del mercato”, ha detto in una nota una portavoce di Citigroup. Per giustificare ciò, JP Morgan Chase menziona in una dichiarazione a CNBC “la volatilità e il rischio incorso”. Bitcoin ha perso $ 44 miliardi dal 1 ° gennaio 2018 ed è probabile che continui .

L’accumulo di cattive notizie (l’hacking di una piattaforma di scambio sudcoreana, le voci sulla regolamentazione delle criptovalute …) ha fatto sì che il valore di tutte le criptovalute diminuisse dalla fine di dicembre. La fiducia degli investitori sta erodendo e il mercato è entrato in un circolo vizioso che non sappiamo se può uscire.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami