Google non perde nulla nella sua ricerca di applicazioni canaglia: in un post sul blog degli sviluppatori Android , il capo di Google Play Andrew Ahn ha dichiarato che Google ha rimosso oltre 700.000 app nel 2017. Una percentuale del 70% rispetto al 2016. Secondo Andrew Anh, “il  99% delle applicazioni con contenuti vietati sono stati identificati e rifiutati prima che chiunque potesse installarli  .” Un po ‘per rinnovare il blasone di Google Play che è un po’ più a ovest vicino all’App Store di Apple, dove ogni spedizione e aggiornamento devono essere convalidati prima della pubblicazione.

Queste azioni di pulizia hanno portato alla rimozione dell’account di oltre 100.000 sviluppatori e le dichiarazioni di Google hanno rafforzato il controllo della creazione dell’account per impedire che si registrino nuovamente sulla piattaforma.

La corte dei miracoli

Nel post, Google descrive le diverse minacce contro le quali i team devono combattere: app contraffatta (copiamo un’app famosa per fare soldi facili), contenuti inappropriati (pornografia, violenza, odio, attività illegali, ecc.), applicazioni truffaldine (trojan, truffe SMS, phising), ecc. Con una quota di mercato superiore all’80%, Android rimane un obiettivo primario per gli hacker di tutti i tipi e Google non abbassa la guardia.

Grazie apprendimento automatico

Per rilevare applicazioni dannose, Google si è basato in particolare sull’apprendimento automatico per facilitare il compito dei suoi team di revisione. Parte del lavoro degli algoritmi consiste nel individuare strategie di pubblicazione, frammenti di codice simili e altri comportamenti ricorrenti di queste applicazioni.

Se l’annuncio del ritiro di oltre 700.000 applicazioni da PlayStore è una buona notizia, è anche un segno che più che mai, devi stare attento a non scaricare nulla sul tuo telefonino.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami