Essere più verdi e abbassare il prezzo dell’elettricità del 30%. Questo è l’obiettivo del progetto che verrà realizzato dallo Stato del South Australia in collaborazione con Tesla . Si basa sul pannello solare e sulle apparecchiature per batterie domestiche di 50.000 case nel parco sociale gestito dal governo.

Sulla carta, il sistema è semplice e geniale: ogni casa produce la propria energia elettrica grazie ai pannelli installati sui propri tetti. L’eccedenza viene memorizzata nella  battperia  Tesla Powerwall per l’uso, ad esempio, di notte.

Ma se la batteria non è completamente scaricata all’alba, il resto della potenza viene rispedito alla rete pubblica per rifornire altri utenti: case, uffici o industrie. A lungo termine, questa rete di produzione di energia elettrica dovrebbe produrre il 20% del consumo totale dello Stato, ovvero 250 megawatt.

50.000 case attrezzate in quattro anni

Per raggiungere questo obiettivo, 100 case saranno equipaggiate entro la fine di giugno e altre 1.000 entro la fine dell’anno. Agiranno come una fase beta per imparare come gestire la generazione di energia e ridistribuirla nella rete. Altri 50.000 saranno equipaggiati per i prossimi quattro anni.

Questo stato australiano è uno dei più innovativi nel settore. È già lì che la società Tesla di Elon Musk hainstallato, in meno di 100 giorni, una gigantesca unità di stoccaggio di energia elettrica di 100 megawatt, lo scorso novembre. Le analisi iniziali mostrano che il sistema ha finora raggiunto la sua promessa stabilizzando la rete, che è spesso soggetta a tagli. Meglio, come spiegato dal sito informativo di  Clean Technica , Neonen, l’operatore di rete, ha persino guadagnato $ 800.000 in 48 ore rivendendo l’energia immagazzinata dal sistema al picco della domanda.

Questo è esattamente il principio delle batterie Powerwall che verranno installate nelle case degli individui. Restituendo l’elettricità prodotta alla rete globale, gli occupanti delle unità abitative sociali potranno beneficiare di una riduzione del 30% sulla bolletta dell’elettricità, le cui tariffe sono tra le più costose al mondo. Un notevole risparmio per queste persone con bassi redditi.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami