Questa volta, Samsung e Qualcomm vogliono spingersi ancora oltre con la tecnologia EUV (Extreme Ultra Violet), che consentirà loro di masterizzare chip in 7 nanometri, con l’obiettivo di produrre chipset 5G di Qualcomm.

Piccolo, ma forte

Con una incisione così fine, i futuri chip mobili Snapdragon 5G saranno più piccoli, il che permetterà ai produttori che li utilizzano di immaginare dispositivi più piccoli e sottili. A meno che preferiscano aumentare la capacità della batteria. Questi componenti prodotti con la tecnologia EUV 7LPP (Low Power Plus) offriranno un guadagno in autonomia poiché sono meno avidi.

Samsung dice che questa tecnologia di masterizzazione riduce la complessità del gruppo chip, che migliora le prestazioni rispetto ai chip 10nm FinFET – il sistema on-chip Exynos 8895 nel cuore del Galaxy S8, S8 + e Note8 è appunto incisa in base a questa specifica, e non possiamo davvero lamentarci delle prestazioni scelte. Immagina cosa darebbe un chip in 7 nm …

L’efficienza energetica migliora del 35% secondo Samsung, mentre le prestazioni aumentano del 10% e il risparmio di spazio è del 40%. Questo è sufficiente per soddisfare i numerosi clienti Qualcomm il cui successo in smartphone dipende in gran parte dalle qualità dei chip del fornitore.

Per quanto riguarda Samsung, è un modo per prendere il sopravvento sul rivale TSMC, che produce chip Ax per i prodotti Apple. E chi ha anche intrapreso l’incisione 7 nm.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami