L’editore di Redmond potrebbe finalmente aver trovato un modo per rafforzare il suo negozio di applicazioni, che richiede sicuramente del tempo per decollare. Microsoft ha annunciato la prossima compatibilità di Windows 10 e Edge con Progressive Web Apps (PWA), queste applicazioni web che si comportano (quasi) come applicazioni native. Questa tecnologia sarà integrata nella versione di Redstone 4 del sistema operativo, prevista per marzo o aprile.

Gli PWA sono attualmente in piena espansione tra gli sviluppatori. Va detto che questa tecnologia è supportata da Google, dove sostituiranno le app Web di Chrome . È anche sulla roadmap di Mozilla, Opera e persino Apple.

Microsoft non è morto e ha iniziato a scansionare il Web con il suo motore di ricerca Bing per fare riferimento a loro. Ad oggi, l’editore ha già trovato 1,5 milioni. Intende selezionare “un piccolo sottoinsieme” per portarlo automaticamente al suo negozio nelle prossime settimane. Per fare ciò, i PWA verranno convertiti in file APPX, pronti per il download. Una volta installati, si trasformeranno nella loro propria sandbox.

Gli sviluppatori possono anche applicare direttamente a Microsoft per il loro PWA sullo Store. Tutto ciò di cui hanno bisogno è un account Dev Center e utilizzare PWA Builder per generare un file APPX. Essendo proattivi, avranno il pieno controllo sulla consegna delle loro applicazioni, inclusa la monetizzazione.

La fine delle applicazioni della piattaforma Windows universale?

Alcuni osservatori ritengono che questo focus sulle applicazioni web preveda l’abbandono delle applicazioni UWP (Universal Windows Platform), che funzionano in modo nativo su tutti i dispositivi Windows 10. Essi hanno costituito uno dei pilastri della nuova strategia software di Microsoft al momento della scrittura. Windows 10, ma gli sviluppatori non sembrano così entusiasti di questo.

In ogni caso, le applicazioni UWP non sono ancora sepolte. Ovviamente, PWA convertito in APPX può accedere alle stesse interfacce di programmazione di Windows Runtime come applicazioni UWP. Ma secondo Microsoft, sono ancora interessanti se lo sviluppatore vuole sfruttare appieno le funzionalità native nella progettazione dell’applicazione. Alla fine, sembra che le applicazioni UWP interessino principalmente gli sviluppatori di Windows hardcore. Tutti gli altri dovrebbero invece optare per PWA.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami