Sia il servizio di mappatura di Google che il sito web di noleggio appartamenti offrono opzioni per le persone con problemi di mobilità, comprese le sedie a rotelle.

A partire da oggi, in una selezione delle principali città (New York, Londra, Sidney, Tokyo, Città del Messico al momento del lancio), l’applicazione indicherà le stazioni di trasporto pubblico accessibili in sedia a rotelle, tramite rampe o ascensori. Se sei preoccupato e prevedi di visitare una di queste città nel prossimo futuro, inserisci semplicemente la tua destinazione, scegli la modalità “trasporto pubblico” e fai clic sull’opzione “accessibile con sedia a rotelle” nelle opzioni .

Queste informazioni si aggiungono a quelle già presenti dall’anno scorso, che indicavano se un posto (ristorante, museo, ecc.) Era accessibile in sedia a rotelle. Google sta anche lavorando su una migliore Street View, per indicare visivamente dove si trovano gli accessi nelle stazioni interessate.

Da parte sua, AirBnb offre ora nuovi filtri di ricerca (21 in totale), per indirizzare le merci con ingressi senza scale, corridoi abbastanza grandi da ospitare una sedia a rotelle, un ascensore, rampe o docce adattato. Informazioni più complete, perché fino ad ora AirBnb si accontentava di indicare se una proprietà era adatta, senza specificare i servizi presenti all’interno dell’appartamento o della casa.

Proprio come Google Maps, che estenderà la sua offerta ad altre città nei prossimi mesi, AirBnb si basa su annunci pubblicati dagli utenti per essere il più completo possibile. Queste due opzioni non sono ancora globali, ma questo è un ottimo passo avanti.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami