Il social network è ispirato da Pinterest e da allora ha offerto una funzione di shopping in 8 nuovi paesi.

Instagram Shopping, inizialmente disponibile negli Stati Uniti, apre oggi in Francia, Canada, Regno Unito, Germania, Spagna, Italia, Australia e in Brasile. Questo nuovo servizio consente agli inserzionisti di taggare i prodotti sui loro annunci. Come un tag che indica il nome di un amico su una foto, gli inserzionisti (tra cui Sephora, La Redoute o Clarins in Francia) possono collegare il prodotto alla loro piattaforma di vendita. O come suscitare l’invidia e vendere un prodotto in pochi click.

Ogni pubblicazione sarà limitata a 5 tag e verrà compilata in una nuova scheda “Shopping” presente sul profilo del marchio. Nota che per il momento Instagram consente solo la vendita di oggetti fisici. In altre parole, gli abbonamenti o gli spostamenti in città dovranno aspettare.

Per gli inserzionisti, questa nuova funzionalità potrebbe ripagare. Con i suoi 800 milioni di utenti in tutto il mondo, Instagram è una vera macchina da guerra, apprezzata dai più giovani (il 41% degli utenti ha tra i 16 ei 24 anni). E poiché le buone notizie non arrivano mai da sole, il social network non addebita alcuna percentuale di vendite, almeno per il momento.

Se il successo è lì (secondo i test fatti negli Stati Uniti, non c’è dubbio), si aspetta di vedere il concetto di terra in altri paesi. A rischio di trasformare quella che era in origine una piattaforma di condivisione di foto in un vero catalogo interattivo.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami