Anche Amazon ha messo un piede nel mondo delle criptovalute, con un progetto che si sta evolvendo a un passo relativamente lento ma costante. Si tratta di Refereum, una criptovaluta dedicata a chi ama i videogiochi e legata in particolare al mondo dello streaming.

Refereum, indicato con la sigla RFR, è una valuta che fino a ieri non si poteva scambiare su alcun exchange – mentre da qualche ora se ne può fare compravendita su OKex. Questo ne fa una crypto relativamente ordinaria (ma nemmeno tanto finché resta su un unico exchange), ma vanta alcuni aspetti unici e interessanti.

RFR è un’altra valuta “aggiunta” a Twitch. Dopo l’iniziale ICO, infatti, i Refereum sono diventati accessibili a chiunque usi la piattaforma, o almeno ad alcuni utenti selezionati – ma il numero sta crescendo. Si possono guadagnare token semplicemente guardando video, oppure riscattare alcuni premi particolari pubblicando sui social network o anche semplicemente collegando un account esterno (Google, Facebook, Twitter, etc.). Chi trasmette può guadagnare un po’ di più, e anche gli sviluppatori possono sfruttare il sistema per promuovere i loro prodotti. Accumulano punti per ogni “stagione” (un mese), alla fine della quale i token saranno assegnati. Fino a ieri gli RFR si potevano usare solo per comprare videogiochi da Amazon con un sistema bidirezionale, ma c’è una possibile criticità: i giochi disponibili tramite il sito sono pochi, e da troppo tempo sul sito campeggia la scritta “Nuovi Giochi verranno aggiunti”. Forse Amazon non ha ancora trovato il modo di far funzionare questo sistema, e per questo si è aperta a un sistema “tradizionale” come gli exchange.

Con i token disponibili, infatti, il valore di Refereum si può preservare anche senza accrescere il catalogo di giochi inclusi. Chi guadagna i token ma non è interessato ai giochi, infatti, potrà ora convertirli in BTC o in altre criptovalute tramite OKEX. Amazon potrebbe aver trovato il modo per spingere il progetto Refereum e guadagnare così più tempo per svilupparne gli aspetti principali, ma d’altra parte rischia anche di snaturare completamente il progetto. Chissà come andrà finire?

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami