Il social network Twitter ora va in guerra contro il “Tweetdecking”, una pratica che è in voga da alcuni mesi e tende a infastidire sia gli utenti della rete che la piattaforma stessa.

Al centro del fenomeno, l’uso di TweetDeck da parte degli utenti per organizzare campagne di spam sulla rete di Twitter. L’obiettivo per questi utenti è di lanciare campagne di spam o di organizzare il retweet di massa di determinate pubblicazioni al fine di aumentare la popolarità di alcuni account.

Twitter ha modificato le sue condizioni d’uso per consentirgli di sanzionare la pubblicazione di contenuti simili da più account. La stessa API di Twitter ora include il blocco per evitare il retweet o il gradimento di pubblicazioni da più account contemporaneamente.

Per i recalcitranti, Twitter ha ora previsto sanzioni che vanno dalla sospensione temporanea al divieto finale dei conti pertinenti e associati. Già il social network annuncia di aver sospeso diversi account popolari (alcuni con milioni di abbonati) che avevano sfruttato il retweet di massa per fare un nome sulla rete.

Twitter intende aggiungere valore ai suoi retweet e ripristinare un certo equilibrio tra gli utenti.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami