The Sun ha condotto un’indagine a sangue freddo in un magazzino Amazon nello Staffordshire, nel Regno Unito. Rivela condizioni spietate, incluso un aneddoto: la pressione dei manager è tale in questo magazzino, che i lavoratori temono di essere rimproverati se prendono la loro pausa di 30 minuti durante il giorno. Quindi se il bagno è troppo lontano, alcune persone preferiscono urinare in una bottiglia piuttosto che andare in bagno. “La gente urina in bottiglie perché vivono nella paura a causa di ricevere un rimprovero del loro ‘tempo di riposo’ e quindi di perdere il posto di lavoro semplicemente perché avevano bisogno di andare in bagno,”  dice James Bloodworth .

Il problema è lontano dall’essere aneddotico. Secondo un’indagine basata sulle risposte di 241 lavoratori, presa da The Inquirer, il 74% dei dipendenti di Amazon ha paura di andare in bagno. Secondo il giornalista, la tendenza sarebbe anche di non bere per non andare lì. Un comportamento che espone questi gestori alla disidratazione. Il 55% degli intervistati avrebbe già sofferto di depressione, la stessa percentuale considera essere stata trattata ingiustamente dalla gerarchia e l’81% afferma che non risponderanno mai ad un’altra offerta di lavoro di Amazon. Il rapporto rivela che gli obiettivi insostenibili sono all’ordine del giorno.

Una petizione è stata inviata ad Amazon chiedendo all’azienda di allentare gli obiettivi e consentire a ciascun dipendente di fare una pausa di 30 minuti senza intimorire i dipendenti. Amazon spiega “non riconoscere” i risultati del sondaggio come “un ritratto fedele delle attività che si svolgono in questo magazzino”. E aggiunge:  “Amazon offre un ambiente sicuro e positivo per migliaia di persone in tutto il Regno Unito con uno stipendio competitivo e benefici dal primo giorno” … ma ovviamente nessuna interruzione di pipì.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami