Apple Watch è l’orologio connesso numero uno. Grazie alla sua tecnologia e al suo prezzo, ha conquistato il cuore degli utenti. E tra queste caratteristiche proposte, troviamo oggi i sensori della frequenza cardiaca al centro di una denuncia della società Omni MedSci. Secondo lei, Apple avrebbe semplicemente violato molti dei suoi brevetti.

Una denuncia presentata da Omni MedSci

Omni MedSci afferma di aver incontrato la compagnia di Cupertino tra il 2014 e il 2016 per discutere i brevetti dei famosi sensori cardiaci di Apple Watch. Solo che Apple ha deciso di utilizzare la tecnologia senza previo accordo, ponendo fine alla discussione. Basti dire che per il Cupertino, questi procedimenti Omni MedSci non sono da prendere alla leggera: l’orologio collegato ha particolare successo con sensori. Grazie a loro, eventuali problemi di salute potrebbero essere rilevati anche in futuro. Attenzione, tuttavia, perché sul lato del web, molti parlano di Omni MedSci come di un ” troll di brevetti “: ” un’azienda o una persona fisica che utilizza la licenza e il contenzioso sui brevetti come principale attività economica“(Wikipedia).

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami