Android P porterà nuovi strumenti in modo da poter controllare meglio il tempo trascorso sul nostro smartphone. Google ha dichiarato che durante la grande conferenza I / O ”  vuole dare tempo agli utenti  ” e aiutarli a disconnettersi. Il CEO del gruppo ha discusso l’idea di ”  benessere digitale  ” e la necessità di trovare un equilibrio. L’obiettivo: dedicare meno tempo ai social network e alle applicazioni e ridurre ”  la crescente pressione per rispondere immediatamente “.

Prima funzione in questa direzione, Android Dashboard . Questa è una dashboard per sapere esattamente quanto tempo siamo stati sul nostro smartphone e cosa fare. A seconda della versione di Android e dell’overlay, tali opzioni esistevano già, ma l’interfaccia dovrebbe essere molto più chiara qui. Possiamo anche sapere quali applicazioni ci inviano il maggior numero di notifiche e quindi apportare le modifiche di conseguenza. Il sistema operativo imposterà anche i limiti di tempo per ogni app senza dover passare attraverso il controllo parentale. Una buona cosa per rimanere su Netflix o YouTube per meno. Android P può curare la nostra dipendenza dallo smartphone ?

E parlando di YouTube, non ci sarà bisogno di aspettare l’arrivo di Android P sul nostro smartphone , dal momento che nuove opzioni atterreranno direttamente nell’applicazione in questi giorni e settimane a venire. Presto sarà possibile selezionare un tempo (15, 30, 60, 90 o 180 minuti) da cui l’app interromperà un video in corso e avviserà l’utente che è il momento di fermarsi. Un’altra iniziativa molto buona, la capacità di consolidare tutte le notifiche di YouTube in un’unica soluzione per prevenire lo spam, soprattutto se sottoscritti a molti canali. Arrivano anche le notifiche silenziose da impostare alle fasce orarie di sua scelta.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami