Il negozio di applicazioni Google continua ad essere afflitto da false applicazioni. I ricercatori di sicurezza recentemente venuto a rilevare decine di applicazioni Android che, sotto la copertura di una caratteristica banale, svolge attività dannose come annunci display o il reindirizzamento a siti truffe.

I ricercatori di Symantec hanno appena rilevato sette applicazioni che sono già state bandite da Google e che gli hacker hanno di nuovo pubblicato sul negozio con un nome leggermente diverso. È incredibile che il gigante del web non se ne sia reso conto perché gli hacker non si sono nemmeno preoccupati di modificare il codice.

Fare clic su frodi, traffico fraudolento

Queste applicazioni si presentano sotto forma di una piccola utility (tastiera emoji, calcolatrice, registratore …). Una volta installati, sollecitano i privilegi di amministratore presentandosi come servizio ufficiale di Google. Da lì, iniziano a inondare l’utente con contenuti non richiesti.

Gli stessi ricercatori hanno trovato anche 38 applicazioni operative più o meno simili. Una volta installati, caricano delicatamente le pagine Web con lo scopo, probabilmente, di gonfiare il loro traffico.

Da parte sua, il ricercatore di sicurezza Lukas Stefanko ha rilevato 15 app su Google Play, in grado di scaricare codice aggiuntivo e visualizzare annunci invisibili per l’utente.

La stessa frode pubblicitaria è al lavoro in 25 applicazioni analizzate dai ricercatori di Sophos Labs. L’attività dannosa è stata camuffata in app di fotoritocco. Da allora tutte queste app sono state rimosse dal Google Play Store.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami