“Nuovi segni di Anubis sono stati recentemente scoperti sul Google Play Store” rapporto dei ricercatori in Sophos sicurezza informatica . Diversi mesi fa, Google è riuscita a rimuovere il malware dal suo negozio di applicazioni. “Questa volta, Anubis si nasconde in applicazioni apparentemente innocue”, dice il rapporto.

Android: il malware Anubis si aggira sul Google Play Store

Una volta infiltrati nello smartphone, il codice nascosto nell’applicazione scaricherà Anubis su un server remoto a tua insaputa. Prima di essere installato sul tuo dispositivo, il codice non contiene malware. “Questo semplice ma estremamente vizioso trucco consente agli hacker di imbrogliare i meccanismi di difesa del Play Store”  , afferma Sophos.

Secondo l’azienda, questa tattica è sempre più diffusa tra gli hacker. Come il pericoloso malware di Exobot , Anubis è un Trojan (o Trojan), in grado di rimanere inattivo per molto tempo prima di agire. Una volta installato nel telefono, Anubis raccoglierà per prima cosa tutti i tuoi dati personali .

All’inizio, il malware ti chiederà l’ accesso alla tua videocamera, microfono, SMS, calendario o spazio di archiviazione. Per mettere a tacere la sfiducia delle sue vittime, il malware rappresenterà una notifica dal Google Play Store. Anubis non vuole solo rubare i tuoi dati bancari, ma cerca anche di spiarti, registrare tutte le tue password e installare pericolosi ransomware sul tuo smartphone.

Secondo Sophos, Anubis è in grado di recuperare i dati bancari quando accedi all’app mobile della tua banca. “Anubis ha come obiettivo più di 70 diverse applicazioni bancarie come Santander, Natwest, RBS e Citibank”, afferma l’azienda. Peggio: il malware è anche in grado di rubare i tuoi dati quando si paga su Ebay, Amazon o PayPal . Una volta in possesso dei tuoi dati, gli hacker presto saccheggeranno il contenuto del tuo conto bancario.

Le app incriminate vengono rapidamente rimosse dal Play Store dai team di Google, rassicura Sophos. “Anubis torna sempre in un’altra applicazione” avvertono i ricercatori. Originariamente apparso in Turchia, Anubis ora attacca gli utenti residenti in oltre 30 paesi diversi , tra cui Francia, Lussemburgo, Germania, Spagna e Stati Uniti, riferisce i ricercatori di Security Intelligence , un’altra azienda. specializzata. Per limitare i rischi, i ricercatori ti incoraggiano a scaricare le applicazioni da sviluppatori stimabili.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami