Donald Trump ha accusato Google di aver manipolato i suoi risultati di ricerca in modo che le “buone notizie” sul presidente siano soffocate dalle storie sfavorevoli dei “Fake News Media”.

Usando il suo mezzo preferito di Twitter, ha affermato che il 96% dei risultati di ricerca di “Trump News” provenivano dal “National Left Wing Media”, qualcosa che ha definito “molto pericoloso”. Google ha negato queste accuse di pregiudizio politico, affermando che i risultati della ricerca sono controllati da algoritmi costantemente aggiornati.

Il presidente degli Stati Uniti aveva più di Google nel mirino. Ha anche affermato che Facebook e Twitter “calpestano il territorio in difficoltà” e hanno consigliato alle società di “essere molto prudenti”. Parlando con i giornalisti alla Casa Bianca, Trump ha detto che Google “ha davvero preso molto vantaggio da molte persone”, aggiungendo “non puoi farlo” e affermando che “abbiamo letteralmente migliaia di denunce in arrivo”.

Nel suo attacco su Twitter, Trump ha detto:

La Casa Bianca ha dichiarato che avrebbe intrapreso “alcune indagini e alcune analisi” su Google, ma non ha spiegato esattamente cosa significasse.

La dichiarazione completa di Google in risposta alle accuse recita:

Quando gli utenti digitano le query nella barra di ricerca di Google, il nostro obiettivo è assicurarci che ricevano le risposte più pertinenti in pochi secondi. La ricerca non è usata per stabilire un’agenda politica e non distorciamo i nostri risultati verso nessuna ideologia politica. Ogni anno emettiamo centinaia di miglioramenti ai nostri algoritmi per garantire che facciano emergere contenuti di alta qualità in risposta alle domande degli utenti. Lavoriamo continuamente per migliorare la Ricerca Google e non classifichiamo mai i risultati di ricerca per manipolare il sentimento politico.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami