Google si riserva di addebitare i produttori per le applicazioni Android se desiderano offrire il Play Store o Maps per i propri utenti sul proprio smartphone senza preinstallare il suo servizio di ricerca o il suo browser Chrome. Un rapporto di The Verge, che si basa su documenti riservati, ci dice quale prezzo richiede la ditta Mountain View, e possiamo dire che è ben lontano dall’essere un incentivo.

Infatti, il prezzo richiesto da Google dipenderà dalla densità dello schermo dello smartphone, ovvero dalla risoluzione della sua lastra. Questo viene calcolato facendo il rapporto tra la definizione (misurata in pixel) e la dimensione dello schermo. Questo ci dà il dpi (pixel per pollice), che viene utilizzato come indicatore per calcolare l’importo delle commissioni per ottenere le app della suite Google. Non c’è dubbio di differenziare gli intervalli, anche se questo criterio non è sempre pertinente. Spero che questo non motiva i produttori ad abbassare la risoluzione dello schermo dei loro dispositivi. Ecco il listino prezzi:

  • 40 dollari per 501 dpi e altro ancora
  • $ 20 per 400 a 500 dpi
  • $ 10 per 399 ppi e meno
  • $ 2,50 per “gli smartphone di fascia bassa in alcuni paesi”

Tariffe molto alte (uno smartphone con uno schermo di definizione QHD + offre più di 501 dpi) che aumenterà automaticamente il prezzo degli smartphone Android . È probabile che la maggior parte dei produttori ritenga di non potersi permettere di pagare così tanto, il che ridurrebbe l’attrattiva e il rapporto qualità / prezzo dei loro cellulari e semplicemente deciderà di lasciare Chrome e Ricerca per impostazione predefinita.

Inoltre, i costruttori che hanno scelto anche di non offrire entrambe le applicazioni sui loro telefoni sarà punito un secondo modo: Google non condividerà con loro le entrate generate da ricerche effettuate tramite il suo motore di ricerca su Chrome (se l’utente installa infine il browser stesso). Queste nuove regole dovrebbero applicarsi a qualsiasi nuovo smartphone Android attivato a partire dal 1 febbraio 2019.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami