Uno scandalo scuote molti gruppi in seguito alle rivelazioni di Bloomberg . Nel 2015 Amazon ha scoperto un microchip spia cinese su server progettati dalla società Supermicro, una società taiwanese con sede a San Jose. Apple ha anche rilevato un chip simile nei propri server allo stesso tempo e ha deciso di tagliare tutti i ponti con Supermicro. L’FBI è stato avvisato di questo incidente e ha condotto le indagini da quell’anno. A una trentina di aziende sono vittime di questo dispositivo spia che si è infiltrata migliaia di server in base al sito di informazione.

Apple e Amazon negano categoricamente di essere hackerati dalla Cina

Da parte loro, Apple e Amazon negano categoricamente qualsiasi pirateria delle loro infrastrutture. Tuttavia, Bloomberg sostiene le sue osservazioni affermando che queste informazioni provengono da fonti affidabili. Si tratta di 6 funzionari della sicurezza nazionale che lavorano o hanno lavorato sotto l’autorità delle amministrazioni di Trump e Obama. Ci sarebbero anche 8 dirigenti Apple nel ciclo. L’esercito cinese è riuscito a manipolare la linea di produzione dei server per introdurre i famosi microchip.

È possibile che la negazione delle società sia solo una facciata. In ogni caso, i reporter di Bloomberg sembrano essere particolarmente sicuri di ciò che stanno dicendo e aggiungono: ”  Questo attacco è più serio degli incidenti software che il mondo è abituato a vedere. La pirateria dell’hardware è più difficile da sfruttare e potenzialmente più devastante, promettendo il tipo di accesso invisibile a lungo termine … “. Non sappiamo che tipo di informazioni avrebbero potuto essere divulgate in Cina.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami