Come tutti sapete in questi giorni sono tenute le aste per la rete 5G chesi è conclusa il 2 ottobre alle 17.30 con un clamoroso bilancio finale di 6,5 miliardi di euro.

Le cinque società in lizza (Iliad, Fastweb, Tim, Vodafone, WindTre) si aggiudicano tutte un blocco di frequenze da 2,7 giga. La spesa, in questo caso, è molto contenuta. Oscilla tra i 32 milioni 586 mila 535 euro di Wind Tre e i 33 milioni 20 mila di Tim. Eppure queste frequenze hanno una discreta importanza. Permetteranno di superare il collo di bottiglia che penalizza da sempre la qualità delle nostre connessioni web, a casa come in ufficio.

Infine, nella banda 3700 MHz (disponibili dal primo gennaio 2019), si è consumata l’ultima battaglia. Telecom Italia si è aggiudicata il lotto specifico (C1) di 80 MHz per 1.694.000.000,00 euro, Vodafone Italia si è aggiudicata il lotto generico di 80 MHz per 1.685.000.000,00 euro, Wind 3 S.p.A. si è aggiudicata un lotto generico di 20 MHz per 483.920.000,00 euro e la società Iliad Italia si è aggiudicata il secondo lotto generico di 20 MHz per 483.900.000,00 euro.

L’incasso da parte dello Stato avverrà a scaglioni: 1.250 milioni di euro entro la fine del 2018, 50 milioni nel 2019, 300 milioni nel 2020, 150 milioni nel 2021 e il restante nel 2022.

“Grazie all’aggiudicazione di tutte e tre le frequenze in gara – rimarca l’Amministratore Delegato di TIM, Amos Genish – TIM consolida la sua posizione di leadership in Italia. Le nuove frequenze acquisite rappresentano un asset fondamentale per lo sviluppo futuro del Gruppo e contestualmente per la crescita della digitalizzazione del Paese. Le sperimentazioni avviate in questi anni hanno portato, unico caso in Italia, già a risultati tangibili e l’antenna accesa a Bari recentemente certifica il primato tecnologico di TIM. Proseguiremo nel nostro impegno per l’innovazione e siamo convinti di poter continuare ad offrire ai nostri clienti servizi sempre all’avanguardia e la migliore esperienza digitale disponibile sul mercato”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami