Come parte di una controversia sui brevetti in corso, il produttore di chip Qualcomm chiede ai tribunali cinesi di vietare le vendite di iPhone XS, XS Max e XR di Apple all’interno del paese, secondo il Financial Times . La richiesta arriva pochi giorni dopo che la società ha vinto un’ingiunzione che impedisce temporaneamente a Apple di vendere vecchi modelli di iPhone in Cina.

All’inizio di questa settimana, l’Intermediate People’s Court di Fuzhou ha stabilito che probabilmente Apple avrebbe violato due brevetti di Qualcomm relativi al ridimensionamento delle foto e alla gestione delle app. Sebbene nessuna sentenza ufficiale del tribunale sia stata emessa in merito alla controversia sui brevetti, la corte ha visto prove sufficienti per chiedere ad Apple di interrompere le vendite e le importazioni di iPhone 6S, 6S Plus, 7, 7 Plus, 8, 8 Plus e X – tutti i dispositivi che presumibilmente beneficiano dei brevetti in questione.

Apple ha fatto appello alla sentenza iniziale e ha sostanzialmente ignorato l’ingiunzione. La società ha continuato a vendere tutti i modelli di iPhone in Cina, sostenendo che il caso si applica solo ai dispositivi iOS 11. Poiché tutti i modelli nominati nel ban possono eseguire iOS 12, Apple sostiene che non stanno violando i brevetti . Apple potrebbe essere su un terreno instabile, in quanto la sentenza non ha fatto alcun riferimento a nessuno dei sistemi operativi e si è concentrata su dispositivi specifici, secondo il Financial Times .

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami