Il produttore Samsung affronta una rapina industriale da uno dei suoi subappaltatori. I procuratori della Corea del Sud hanno incriminato nove persone e due società coinvolte nel furto della tecnologia di display curvo, sviluppato per il Samsung Galaxy S6 Edge e i suoi successori .

Al centro del caso, la tecnologia dello schermo curvo

Tra gli arrestati c’è l’amministratore delegato di Toptec Co, una società che produce schermi per smartphone che potrebbero avere collegamenti a Samsung. Lui e gli altri otto individui presumibilmente istituito una società di facciata per vendere i documenti di Samsung Display, la filiale di progettazione lastra del conglomerato, alle aziende cinesi . 

Questi documenti rivelano i segreti di produzione sviluppati da Samsung nel design dei suoi schermi curvi sui lati che ora sono la firma dei modelli di fascia alta del marchio. Le nove persone arrestate avrebbero vinto la somma di $ 13,8 milioni su questa vendita.

Samsung è scioccata da un simile furto di proprietà intellettuale

I pubblici ministeri, per giustificare questi arresti, specificano che lo sviluppo di questi schermi è stata una sfida industriale molto importante per Samsung, monopolizzando 38 ingegneri in sei anni di lavoro, per un budget totale di 134 milioni di dollari. Oggi questi schermi rappresentano una risorsa strategica per l’azienda , che fornisce Samsung Electronics, ma anche molti produttori concorrenti nel mondo. 

Samsung Display ha dichiarato che è ”  scioccata dai risultati delle indagini dei pubblici ministeri, in un momento in cui i concorrenti stanno intensificando la loro rivalità tecnologica  “. Da parte sua, Toptec nega categoricamente i fatti e ne difende l’innocenza

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami