Gli Stati Uniti hanno DuckDuckGo , l’Europa ha Qwant e Startpage . Il motore di ricerca olandese sta ora lanciando una funzionalità chiamata “Vista anonima” che, come suggerisce il nome, consente di esplorare in modo anonimo tutti i siti visitati.

L’ipocrisia delle modalità anonime

A chiunque sarà chiaro che le modalità di “navigazione privata” o “in incognito” offerte dalla maggior parte dei browser Internet rifiutano semplicemente i cookie e non inseriscono la cronologia delle ricerche in un registro. La nozione di anonimato si ferma a questo. Anche StarPage si propone di andare oltre, lanciando il distacco anonima dei siti web visitati. In altre parole: un proxy. 

Come spiega Startpage sul suo blog , i motori di ricerca – per quanto siano amici della privacy – smettono di proteggerti non appena fai clic su un link esterno. Con la sua nuova funzione, Startpage continuerà a sfocare i percorsi, ovunque tu vada sul Web.

D’ora in poi, l’elenco dei risultati di ricerca mostrerà sempre l’opzione “Visualizzazione anonima” che ti permetterà di penetrare in modo completamente opaco su un sito web.

Una navigazione veramente privata

Una casella color lavanda ti informa che stai navigando dal proxy Startpage, quindi puoi fare clic su qualsiasi link in entrata o in uscita senza mai lasciare una briciola del tuo comportamento online. 

Startpage garantisce che né il sito né gli inserzionisti con banner pubblicitari sono in grado di recuperare il tuo indirizzo IP o altre informazioni personali, né il tuo ISP . 

Ovviamente, l’uso di un proxy rischia di rallentare leggermente il caricamento di una pagina Web. Ma per il tuo sito web preferito, non abbiamo notato alcuna differenza evidente.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami