Xiaomi potrebbe essere in testa alla competizione sui sensori di impronte sotto lo schermo nel 2019. Su Weibo, il social network cinese, Lin Bin, CEO e co-fondatore del gruppo, ha rilasciato il video di un prototipo di smartphone dotato di un lettore di nuova generazione, più pratico e più efficiente di quelli attualmente in uso.

 Una buona risposta a Samsung che integrerà sicuramente un sensore di impronte digitali sotto lo schermo ottico del Galaxy S10 , più veloce e più affidabile delle soluzioni del momento.

Xiaomi sviluppa uno smartphone con un nuovo tipo di sensore di impronte digitali sotto lo schermo

Grande punto positivo di questa anteprima del player nel video di Lin Bin, la superficie estesa su cui è possibile sbloccare il dispositivo. Al momento molto limitato, misura qui 50 mm per 25 mm, il che rende possibile coprire quasi l’intera larghezza dello schermo e circa la metà inferiore della lastra. 

Siamo lontani dal supporto obbligatorio su un punto specifico dello schermo. Qui, la superficie è circa 5 volte più alta di quella attuale.

I sensori di impronte digitali a schermo sono una tecnologia che può essere molto pratica nella vita di tutti i giorni. Permettono di posizionare il lettore di fronte, per sbloccarlo facilmente mentre lo smartphone è posizionato su un tavolo, ad esempio. 

E senza la necessità di integrare il mento come Huawei P20 per esempio, permettendo di proporre molto più design senza bordi.

Resta da vedere quale sarà il primo smartphone a sfruttare questa tecnologia. Potrebbe essere il Xiaomi Mi 9 che sappiamo già sarà dotato di un sensore di impronte digitali sotto lo schermo . 

Il produttore cinese era già uno dei primi a rilasciare uno smartphone con tale funzionalità con Mi 8 Explorer (e in seguito il Mi 8 Pro, è disponibile in Francia). Nel video demo qui sotto, il cellulare ha un aspetto molto simile a Mi 8.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami