Così è stato il sito Web Bloomberg a fornire queste informazioni l’8 febbraio. In questo articolo, si apprende che l’account publisher respingere diverse centinaia di persone nelle sue file dal momento che questo Martedì, 12 febbraio 2019. Questi licenziamenti avrebbero lo scopo di centralizzare la gestione delle attività, mentre massimizzando i profitti. Alla fine del 2017, Activision / Blizzard contava non meno di 9.800 dipendenti in tutto il mondo.

Questa decisione è stata presa in seguito ai risultati deludenti registrati dalla società americana negli ultimi mesi. In effetti, il prezzo delle azioni è sceso bruscamente negli ultimi tempi con un calo del 2,5% lo scorso venerdì, il titolo punta così a $ 42,88. Nel frattempo, il titolo è crollato del 2,13% a $ 41,28 al momento della scrittura. Gli investitori non sono davvero rassicurati su questa voce molto preoccupante.

La perdita di Destiny fa molto male!

Nonostante le sue forti licenze, Activision / Blizzard sta lottando negli ultimi mesi. Giochi come Overwatch e Hearthstone continuano a perdere giocatori e l’annuncio di Diablo: Immortal durante BlizzCon non ha incontrato la mania sperato. Infine, il più grande battuta d’arresto viene ovviamente da Destiny 2: Defiant. L’editore ha deciso di porre fine alla sua collaborazione con Bungie (quest’ultimo ha mantenuto i diritti per il titolo), una mossa che, sempre secondo Bloomberg, potrebbe costare $ 400 milioni per Activision sulle sue entrate annuali. 

Così, secondo il giornalista Jason sito Schreier Kotaku, le voci su questi licenziamenti circolavano già da parecchi giorni. Secondo lui, le principali aree interessate saranno il marketing, le vendite e l’editoria. Le posizioni coinvolte nella progettazione del gioco non dovrebbero essere influenzate. Ovviamente dovremo attendere un annuncio ufficiale da Activision / Blizzard per verificare queste informazioni. 

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami