Pochi giorni dopo il suo lancio, il Galaxy S10 supera il suo primo test di resistenza . Come sempre, Jerry Rig Everything, il cui vero nome è Zack Nelson, inizia con un scratch test, che mira a stimare la forza dello schermo AMOLED, prima di passare ad altri espedienti: il tradizionale bend test e burn test.

Il Galaxy S10 riesce facilmente a superare il test di resistenza di Jerry Rig. Tutto: guarda il video

Se la pellicola protettiva preinstallato e offerto da Samsung sarà presto abisso sotto i colpi di taglio, questo non è il caso dello schermo AMOLED. Se le tue chiavi o parti danneggiano la protezione, Samsung sconsiglia l’uso di una protezione non ufficiale , che potrebbe non funzionare con il sensore di impronte digitali ad ultrasuoni. Costa 19,95 euro per la S10. Come promemoria, la lastra AMOLED è anche coperta con una protezione Gorilla Glass 6 Corning.

Durante lo stress test, Zack Nelson è stato particolarmente sorpreso dalla forza del sensore di impronte digitali sotto lo schermo . Secondo il videografo, i danni giornalieri, nell’uso normale, non impediranno il corretto e accurato funzionamento dello scanner. Arrivato al livello 8, dopo profondi tagli di fresa, il sensore rende comunque l’anima … che è abbastanza normale. In breve, non aver paura di danneggiarlo inavvertitamente. Stessa storia sul lato sensore selfie e il sensore foto tripla sul retro. Sono quasi indistruttibili.

Non sorprendentemente, la S10 è anche impossibile da piegare a mani nude. Capirai: il Galaxy S10 ha superato il test facilmente e si distingue come uno smartphone particolarmente potente.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami