La volta di Xiaomi per entrare nella battaglia del pagamento mobile . Il produttore cinese lancia questa settimana in India Mi Pay , il suo sistema integrato con i suoi vari smartphone in vendita nel paese. Integrato con l’ MIUI sovrapposto , questo dispositivo si distingue nondimeno dalle soluzioni offerte da Google o Apple.

Una soluzione di pagamento per le transazioni quotidiane

Mi Pay non utilizzerà il chip NFC dello smartphone e non accontenterà un commerciante tramite il suo terminale di carta di credito. Invece, la società ha ideato un dispositivo utilizzando codici QR o SMS. 

Xiaomi ha lavorato a casi di utilizzo pratico come il pagamento delle bollette del gas, dell’acqua e dell’elettricità, nonché la ricarica o il pagamento via cavo per la TV via cavo. 

Il servizio trasferisce anche rapidamente denaro ad una persona cara che ha anche un conto Mi Pay o direttamente sul suo conto in banca. Il sistema di pagamento mobile è disponibile dalla directory MIUI o nelle applicazioni del produttore per facilitare le transazioni.

Una piattaforma accessibile a decine di milioni di utenti indiani

Xiaomi afferma di aver lavorato per proteggere le transazioni il più possibile. I dati verranno memorizzati solo su server situati in India, senza recupero per il produttore dell’infrastruttura cinese. 

La piattaforma è stata sviluppata in collaborazione con la National Payments Corporation dell’India ed è supportata da oltre 120 banche in tutto il paese, che dovrebbe garantire un rapido successo. Xiaomi è uno dei leader nella telefonia mobile , con i suoi smartphone molto convenienti rispetto al reddito medio di un lavoratore indiano. 

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami