Android offre ai suoi utenti di utilizzare il loro smartphone come chiave di sicurezza per identificarsi sui siti web. Per ora, è possibile solo l’autenticazione ai servizi di Google. 

La doppia autenticazione viene gradualmente soppiantando la password venerabile. Gli editori dei servizi web cercano di liberarsene a favore di un’identificazione più sicura, effettuata dallo smartphone o da una chiave di sicurezza esterna.

Android nasconde un po ‘più di password

Per diffondere questo processo in modo molto più ampio rispetto alla comunità di appassionati di tecnologia, Google ha annunciato che Android ora offrirà l’uso della chiave di sicurezza interna del proprio smartphone come dispositivo di identificazione. 

Disponibile da Android Nougat 7.0, la funzione consente solo al momento di identificarsi con i propri account Google, G Suite, Gmail e Google Cloud. Altri siti completeranno questa offerta nei prossimi mesi.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami