Apple e Qualcomm accettano di concludere il processo che doveva iniziare tra le due società. Hanno anche firmato un accordo di licenza per i prossimi sei anni. 

Il prossimo mega processo che scuote la Silicon Valley non accadrà. Dopo mesi di minacce e reclami presentati in tutto il mondo, Apple e Qualcommseppelliscono l’ascia di guerra e pongono fine alle loro differenze.

Le due società non andranno definitivamente davanti ai giudici

Le due società erano in competizione sulla quantità di royalties richieste da Qualcomm ad Apple per l’utilizzo delle sue tecnologie di rete. Una somma considerata esorbitante dalla Apple che aveva guidato la fionda per chiedere una giusta remunerazione sulla vendita dei suoi vari terminali. 

Apple e i suoi appaltatori hanno chiesto danni stimati a $ 27 miliardiquando Qualcomm ha richiesto $ 7,5 miliardi di royalties e $ 15 miliardi di danni aggiuntivi. L’importo pagato da Apple per risolvere la controversia con il suo partner è sconosciuto.

Dietro questo accordo, la compatibilità di iPhone con il 5G

Apple, tuttavia, ha annunciato in una dichiarazione pubblicata sul suo sito Web un nuovo accordo di licenza tra i due marchi per i prossimi sei anni. È più che ovvio che con questa decisione, Apple evita di perdere il turno del 5G per la produzione del suo futuro iPhone. 

Il produttore poteva affidarsi a Intel solo per fornire modem compatibili, ma sappiamo che il fondatore non può tenere il passo con la tendenza attuale ed è in ritardo rispetto all’avanzamento tecnologico di Qualcomm.

Da parte sua, Apple avrebbe potuto sviluppare il proprio modem internamente, come già avviene per molti dei suoi processori, ma un business di questo tipo richiede molto tempo e le squadre di Tim Cook non possono permettersi di perdere lo spostamento 5G , di fronte a concorrenti già compatibili con la rete nuova generazione.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami