Solo poche settimane dopo che Google ha introdotto la prima beta di Android Q, la società ha annunciato oggi la seconda. Ancora una volta, la nuova build è disponibile per tutti i telefoni Pixel.

Una delle nuove funzionalità introdotte oggi è chiamata bolle. La funzione è “un nuovo modo per gli utenti di multitasking e reimpegnarsi con le tue app”. Puoi pensare alle bolle come schermi popup interattivi, consentendo agli utenti di intraprendere azioni più profonde mantenendo il contesto corrente all’interno dell’app che stai utilizzando.

Le bolle sono in pratica simili a Chat Head di Facebook Messenger, che invia questi tipi di popup sulle notifiche.

C’è una nuova funzione di privacy chiamata Scoped Storage, che consente alle app di agire in una sandbox privata senza autorizzazioni, ma avranno comunque bisogno di autorizzazioni per i file condivisi. Questa funzione è stata precedentemente annunciata, ma è stata attivata oggi nella beta 2. Ovviamente, Google desidera ottenere un feedback su Scoped Storage, poiché le app potrebbero comportarsi diversamente.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami