Huawei sta per attenuare la sua posizione riguardo alla vendita dei suoi chip fatti in casa. Il produttore cinese è ora un importante produttore di apparecchiature di rete, ma produce anche i suoi microprocessori Kirin, oltre a modem. La società sta attualmente finalizzando il suo chip modem 5G , il Balong 5000, e secondo le fonti di Engadget , Huawei sarebbe ora disponibile ad offrire i suoi componenti ai produttori concorrenti.

Apple si trova in una posizione debole sul terreno del 5G

Ma, ed è la dimensione, l’azienda vorrebbe un solo acquirente: Apple. Una decisione non tanto sorprendente a prima vista, viste le difficoltà incontrate dalle squadre 5G di Cupertino. 

La Apple è attualmente coinvolta in procedimenti legali senza fine con il suo ex partner Qualcomm, compresi i chip modem utilizzati nell’iPhone. Apple si è quindi rivolta a Intel , ma la società sta lottando per tenere il ritmo imposto dai suoi concorrenti, sia per i processori come i chip di rete. 

Pensava che Apple avrebbe perso la fiducia” in Intel e avrebbe cercato di farlo separare gradualmente dalla fonderia per le sue prossime macchine. Da parte sua, Intel non sarà in grado di lanciare il proprio modem 5G prima del 2020 , mentre la maggior parte degli smartphone di fascia alta è o sarà compatibile con la nuova rete mobile. 

Anche se gli utenti coperti da 5G sono ancora rari, offrire un chip compatibile è più un problema di immagine e Apple più di ogni altro produttore è molto attento.

Una partnership molto improbabile, sullo sfondo di una battaglia legale con gli Stati Uniti

Tuttavia, sarebbe molto sorprendente che gli alleati californiani con Huawei. Il produttore cinese affronta numerose procedure avviate dal governo Trump e gode di un’immagine abbastanza degradata negli Stati Uniti. 

Apple avrebbe interesse, come è consuetudine da alcuni anni, a sviluppare internamente il proprio modem, anche a posticipare al massimo la compatibilità dell’iPhone con il 5G al 2020. Evita di spiegare i suoi rapporti commerciali con un’azienda considerata dai politici come una minaccia agli interessi degli Stati Uniti, mentre continua ad eliminare subappaltatori che potrebbero, secondo lui, rallentare i suoi sviluppi.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami