Queste informazioni provengono da Sandip Adhikari, vice deputato della Nepal Telecommunications Authority (NTA). Il Battle Royal non è più riproducibile all’interno del paese poiché tutti i provider e gli operatori telefonici hanno ricevuto l’ordine di bloccare il gioco.

Studia prima di tutto!

Per giustificare questa decisione, le autorità nepalesi hanno spiegato che PUBG è un titolo troppo coinvolgente che distoglie bambini e adolescenti dai loro studi . D’altro canto, Adhikari ha ammesso di non aver sentito parlare della violenza causata dal gioco d’azzardo, ma spiega che i genitori sono preoccupati che la loro prole sia occupata da qualsiasi cosa tranne che dai compiti a casa. 

Questa non è la prima volta che un tale divieto è stato emanato per il software creato da Brendan Greene. In India, le autorità di diverse città hanno persino arrestato cittadini il cui unico “crimine” stava giocando a PUBG il mese scorso. 

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami