Il paese del presidente Xi Jinping ha drasticamente rafforzato la sua politica di censura nel campo dei videogiochi negli ultimi mesi. Tuttavia, è in questo clima che la PUBG Mobile è stata lanciata in Cina da Tencent. Il successo era chiaramente al rendez-vous ma queste barriere costrinsero lo sviluppatore a chiudere permanentemente i server del gioco.

La censura ha avuto la meglio su PUBG Mobile …

Pertanto, senza aver ricevuto l’accordo necessario per generare introiti sul titolo, PUBG Mobile è scomparso in Cina . Invece, Tencent ha presentato un altro gioco chiamato Game for Peace . Questa è in realtà una versione meno “gore” di Battleground di PlayerUnknown. 

Infatti, il sangue e le morti violente non sono più rilevanti e la trama pone il giocatore in un addestramento militare e non su un vero campo di battaglia.

Meglio ancora, la morte non è più rappresentata sullo schermo . Quando un avversario viene “ucciso”, il suo avatar offre un bottino e saluta il vincitore prima di sparire. Game for Peace è vietato solo a chi ha meno di 16 anni e soprattutto permette a Tencent di guadagnare. Per il resto, i frequentatori di PUBG Mobile non saranno disorientati da quando tutto il contenuto è tornato … ma con l’approvazione del governo cinese questa volta. 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami