Jony Ive non funzionerà presto per Apple. In un comunicato stampa rigorosamente intitolato  “Jony Ive sta per avviare una società di design indipendente con Apple come cliente” , apprendiamo che  “il capo designer di Apple, Jony Ive, saluterà la società entro la fine dell’anno.” Un modo per permettergli di  “perseguire progetti personali” con il designer Marc Newson in una società che conosciamo già con il nome: LoveFrom. 

Ma, secondo Apple, la sua aura si farà sentire a lungo sui prodotti del marchio. Come suggerisce il titolo del comunicato stampa, la nuova società annovererà effettivamente Apple tra i suoi clienti. E l’azienda sottolinea che continuerà a farlo “Lavorare a stretto contatto su una serie di progetti con Apple”.

Jony Ive lascia Apple dopo quasi 30 anni di carriera

Jony Ive è responsabile della progettazione di molti prodotti che sono diventati icone. Molto influenzato dal famoso designer del marchio tedesco Braun, Dieter Rams, è a lui che dobbiamo il design acidulo dei PowerBook e dei primi iMac di plastica, poi quelli di metallo, l’iPod, la webcam iSight, iPhone, iPad, Apple Watch e Mac Pro per quasi 30 anni. 

Ha anche partecipato alla progettazione di Apple Park, la nuova sede della futuristica ditta a forma di anello. Oppure, con Hannah Arendt, il design di Apple Store. Il suo talento è sempre stato quello di creare un linguaggio visivo semplice e ordinato che rende i prodotti particolarmente riconoscibili come i prodotti Apple, ma anche come modelli che hanno spesso ispirato concorrenti.

Inoltre ha avuto un’influenza decisiva nel design delle interfacce utente del marchio. È lui, ad esempio, che ha spinto all’introduzione di una profonda riprogettazione di iOS (iOS 7) nel 2013, quindi macOS in passo. È anche lui che ha spinto verso la standardizzazione dell’esperienza utente tra i diversi prodotti del marchio. 

Comprese app e servizi come App Store, Apple Music, Apple Pay e iCloud. Apple sostituirà inizialmente Jony Ive dai suoi due più stretti collaboratori, Evans Hankey (attualmente vice presidente del design industriale), e Alan Dye (attualmente vice presidente del design dell’interfaccia umana). Ora saranno guidati da un ingegnere, e non più da un designer, Jeff Williams, che fino ad oggi era responsabile delle operazioni.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami