Il Play Store di Google è l’ultima applicazione ad adottare le nuove regole di progettazione stabilite dal gigante web in tutti i suoi prodotti.

Un’interfaccia monocromatica in cui viene evidenziato solo il contenuto

Il software store ora adornerà una nuova interfaccia molto più ariosa. Il banner verde che è presente nell’app per anni ha lasciato il posto al bianco, perdendo il suo aspetto distintivo e inserendosi nell’elenco dei servizi di Google. 

Le schede sono posizionate nella parte inferiore dell’interfaccia e consentono di spostarsi tra le diverse sezioni del negozio (giochi, app, film e serie, libri). I colori distintivi di ciascuna sezione sono integrati in modo più sottile nelle intestazioni delle intestazioni, per trovare immediatamente la loro strada nell’applicazione.

Play Music è relegato in secondo piano

Google si avvale inoltre di questa riprogettazione per integrare il nuovo carattere Google Sans e varie icone di navigazione già disponibili in molte applicazioni aggiornate dalla società. 

La piattaforma di acquisto di musica è il più grande perdente di questa nuova versione. L’accesso non è più possibile dalla home page , ma solo dal riquadro di sinistra e l’opzione è in fondo alla lista. 

Google conferma nuovamente l’intenzione di chiudere il suo servizio Play Music per l’integrazione con YouTube Music , che diventerà l’unico servizio di streaming audio.

Questa nuova versione di Google Play Store, numerata al 15.3.17, è attualmente in fase di implementazione, ma per i più impazienti il ​​file è già disponibile per il download . 

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami