Secondo il quotidiano sud coreano Sedaily, Intel e Samsung stanno per firmare un contratto che dice che la prossima generazione di CPU Intel Rocket Lake da 14 nm sarà prodotta negli stabilimenti di Samsung Semiconductor. Questo contratto consentirà a Intel, che di solito produce quasi tutti i suoi processori internamente, di iniziare la produzione nel terzo o quarto trimestre del 2019 per la commercializzazione nel 2021.

Quando Intel chiede a Samsung di produrre le sue CPU

L’alternativa sarebbe stata quella di costruire nuove unità di produzione che avrebbero ritardato il lancio della prossima generazione di processori. La dipendenza da TSMC e le sue capacità di produzione leader a livello mondiale su tutte le tecnologie non era davvero un’opzione – la fonderia sta lavorando con AMD e ha deciso di continuare a lavorare con Huawei nonostante le sanzioni statunitensi.

Ma il tempo sta per scadere mentre Intel deve fare i conti con una competizione che è diventata particolarmente aggressiva sullo sfondo del ritorno di AMD al fronte della scena negli ultimi tre anni . Samsung ha già potenti linee di produzione per la masterizzazione in 10-14 nm. Anche per Samsung, la posta in gioco è alta. Per diversi mesi, il fondatore del gruppo, numero 2 nel mondo dietro i contratti di Intel con clienti come Qualcomm e Nvidia .

Già nel prossimo anno, l’ingresso del capitale di Intel dovrebbe aumentare i risultati del fondatore. Sedaily suggerisce che, alla fine, Samsung potrebbe anche produrre chip di memoria per Intel, sempre a 14 nm. Se questo si materializza, Samsung Semiconductor potrebbe garantire la sua posizione di numero mondiale 1 entro il 2030.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami