Conosciamo tutti i pericoli delle violazioni della sicurezza, è difficile correggerle tutte. L’ultimo rapporto di Positive Technologies non ci contraddice, al contrario. Lo specialista della sicurezza aziendale rivela che tre quarti delle applicazioni mobili presentano violazioni di sicurezza pericolose per i dati personali.

Se gli hacker malintenzionati li sfruttano, possono portare al furto delle tue password, informazioni personali e persino dare accesso ai tuoi dati bancari.

Secondo Positive Technologies , il 35% delle applicazioni non soddisfa tutti i criteri di sicurezza. Nella maggior parte dei casi, gli hacker non avrebbero nemmeno bisogno di accedere ai dispositivi. Un semplice malware può sfruttare l’89% delle vulnerabilità rilevate.

iOS e Android, stessa lotta

Finiamo l’eterna rivalità tra iOS e Android : nessun sistema operativo domina l’altro. Secondo il rapporto di Positive Technologies il 43% delle applicazioni Android è classificato come “ad alto rischio” , contro il 38% su iOS. I punteggi quindi rimangono molto vicini.

Contrariamente alle idee preconcette, la chiusura di iOS non è una garanzia di sicurezza. Se il controllo dell’applicazione dell’App Store è più rigido, non impedisce le violazioni della sicurezza. Le applicazioni che comunicano tra loro ( comunicazioni tra processi ) possono aprire lacune più ampie su iOS che su Android.

Come sempre, l’utente rimane il capitano della barca. Positive Technologies consiglia di essere “attento quando le applicazioni richiedono l’accesso a funzioni telefoniche o dati” . Non è raro che alcune applicazioni richiedano un accesso completamente incoerente alle funzionalità.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami