Il caso non sembra vincere per Libra, il progetto di criptovaluta che Facebook vuole lanciare presto . Il Congresso degli Stati Uniti diffida delle intenzioni del social network guidato da Mark Zuckerberg. Una sessione parlamentare era prevista per il 17 luglio – e senatori e rappresentanti chiedono in una lettera che Facebook sospenda l’attuazione della Libra durante questo periodo, tempo di dare un’occhiata più da vicino alle implicazioni della Libra. L’incontro previsto per metà luglio sarà quindi l’occasione per presentare le conclusioni del suo lavoro preliminare.

Libra: il Congresso richiede il tempo di sospensione per indagare

“Poiché Facebook è già nelle mani di più di un quarto della popolazione mondiale, è imperativo che Facebook e i suoi partner cessino immediatamente i loro programmi di implementazione fino a quando l’autorità di regolamentazione e il Congresso non siano stati in grado di ottenerlo. opportunità di guardare a questi temi e prendere decisioni “, recita la lettera, che viene estratta dal quotidiano britannico The Guardian. “Durante questa moratoria” , continua la lettera, “Intendiamo organizzare audizioni pubbliche sui benefici e sui rischi di queste attività attorno alle criptovalute ed esplorare soluzioni legislative. Non fermare l’implementazione prima di poter svolgere questo lavoro significa correre il rischio [di lasciarsi creare] un nuovo sistema finanziario in Svizzera troppo grande per fallire “. 

I parlamentari sono molto diffidenti nei confronti delle intenzioni del social network. Non credono nell’indipendenza di questa criptovaluta, gestita su carta dall’associazione Libra con altre società come Visa, Lyft, Vodafone e Coinbase. Secondo The Guardian, infatti, Facebook mantiene un grande controllo sull’associazione, di cui paga direttamente lo stipendio di una mezza dozzina di dipendenti. Un altro problema è la controversa Cambridge Analytica, che ai loro occhi è appena tiepida . “Le limitate informazioni fornite sugli obiettivi, i ruoli, i potenziali usi e la sicurezza di Libra e Calibra espongono l’enorme scala di rischio e la mancanza di chiare protezioni legislative. Se prodotti e servizi come questo vengono lasciati regolati in modo improprio e senza un controllo sufficiente, potrebbero comportare rischi sistemici che mettono in pericolo gli Stati Uniti e la stabilità finanziaria globale “, minaccia la lettera.

E per aggiungere:  “Questi rischi sono tanto più abbaglianti alla luce del passato tormentato di Facebook, che non ha sempre garantito la sicurezza dei dati dei suoi utenti. Ad esempio, Cambridge Analytica, una società di consulenza politica scelta dalla campagna di Trump nel 2016, ha avuto accesso ai dati privati ​​di oltre 50 milioni di persone che erano abituate a influenzare gli atteggiamenti degli elettori nel voto.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami