“Qualcomm ha venduto questi prodotti (nota: chip di connettività utilizzati nelle chiavi 3G)  ad un prezzo inferiore rispetto ai costi di produzione per i grandi clienti al fine di eliminare un concorrente”, afferma Margrethe Vestager, commissario per in un comunicato stampa datato 18 luglio 2019.

L’UE impone nuove multe a Qualcomm per pratiche anticoncorrenziali

Tra la metà del 2009 e la metà del 2011, Qualcomm avrebbe venduto ad aziende i chip a Huawei e ZTE a prezzi ridicolmente bassi . Grazie a questa strategia, il gigante americano è riuscito a sbaragliare Icera, un concorrente britannico che stava minacciando la presa di Qualcomm sul mercato. L’azienda è stata infine acquistata da Nvidia nel 2011. Prima dell’acquisizione, Icera aveva presentato diverse denunce contro le pratiche di Qualcomm.

“Il comportamento strategico di Qualcomm ha impedito la concorrenza e l’innovazione in questo mercato e ha limitato la scelta del consumatore in un settore in cui la domanda e il potenziale di tecnologie innovative sono enormi. Questa pratica è illegale ai sensi delle norme comunitarie in materia di pratiche anticoncorrenziali, oggi abbiamo imposto una multa di 242 milioni di  Qualcomm “ affrontare il Commissario.

La multa imposta dalla commissione rappresenta l’  1,27% del fatturato di Qualcomm nel 2018 . Questa è la seconda grande multa nello spazio di due anni. All’inizio del 2018, l’UE ha multato Qualcomm per 997 miliardi di dollari per aver versato ingenti somme di denaro a Apple per garantirne la lealtà. Due anni prima, l’azienda era al centro del caldo in Asia. La Corea del Sud ha multato Qualcomm $ 853 milioni per abuso di posizione dominante.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami