Nel 2014, la Federal Aviation Administration (FAA), un’agenzia governativa responsabile per i regolamenti e i controlli dell’aviazione civile negli Stati Uniti, ha emesso un allarme inquietante. Le informazioni di volo critiche come l’altitudine e i dati di navigazione potrebbero diventare inaccessibili su alcuni aeromobili e ” comportare la perdita del controllo dell’aeromobile ad altitudine insufficiente per riprendere il controllo “. Oltre 1300 velivoli erano dotati di schermi della cabina di guida sensibili alle interferenze con Wi-Fi, onde degli smartphone e persino con frequenze esterne come i radar meteorologici. Cinque anni dopo l’allarme, oltre 70 aerei sono ancora vulnerabili.

Le onde degli smartphone sono ancora un pericolo per alcuni aerei

Secondo Bloomberg, sono interessati due modelli di aerei: Boeing 737 e 777 . Ma fino ad oggi, non c’è stato alcun rapporto sullo schermo che diventa bianco a mezz’aria a causa di interferenze con le onde radio. Nessun incidente è stato ufficialmente attribuito a questa vulnerabilità. La FAA, tuttavia, rimane incerta sulla conclusione che vi siano rischi per la sicurezza dei passeggeri . Le compagnie aeree hanno tempo fino al novembre 2019 per sostituire le attrezzature vulnerabili fornite da Honeywell.

Boeing, d’altra parte, ha confermato l’interferenza conducendo test di laboratorio, ma non li ha mai trovati in condizioni di volo reali. Honeywell conosce solo un caso in cui i sei schermi della cabina di pilotaggio di un Boeing 737 sono diventati bianchi. Solo in questo caso, l’incidente era correlato a un problema software e non a interferenze da Wi-Fi o telefoni cellulari.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami