Tinder è stanco di condividere i suoi acquisti con Google. L’editore dell’applicazione di appuntamenti ha deciso di non consentire al Play Store di gestire gli acquisti effettuati nell’app dai suoi utenti su Android, segnala Bloomberg. Gli utenti vengono reindirizzati al sito di Tinder quando desiderano iscriversi o effettuare un ordine. Un sistema un po ‘meno conveniente per i clienti ma che consente di liberare il 30% della commissione imposta dalla ditta di Mountain View sulle transazioni effettuate attraverso il sistema di pagamento del negozio di applicazioni di Google. Per ora, l’App Store non è interessato da questa modifica.

Play Store: Tinder segue un percorso tracciato da Netflix e Spotify

Una decisione che si adatta sempre più a un clima di sfiducia nei confronti dei ciechi. Prima di Tinder, c’erano anche altri grandi nomi. Netflix sovrascrive Play Store e App Store per nuovi abbonamenti da quasi un anno, idem per Spotify . Gli editori ritengono di essere diventati sufficientemente importanti e indispensabili per gli utenti da permettersi di fare a meno di Google e Apple per il pagamento. Epic Games ha persino rifiutato di offrire Fortnite nel Play Store per questo motivo.

‎Tinder
‎Tinder
Developer: Tinder Inc.
Price: Free+
Tinder
Tinder
Developer: Tinder
Price: Free+

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami