La società di ricerca tecnologica britannica Comparitech ha condotto uno studio in cui ha messo 21 software antivirus su Android. Un test per giudicare la loro efficacia. E il record non è molto brillante: il 47% delle 21 domande ha fallito. Peggio ancora, otto di questi antivirus non sono stati in grado di rilevare un virus molto pericoloso e tre di essi sono essi stessi soggetti a violazioni della sicurezza.

Antivirus Android: metà fa male il loro lavoro secondo uno studio di Comparitech

Ecco l’elenco di 21 antivirus testati:

  • AegisLab Antivirus Free
  • Malwarebytes Security: Virus Cleaner, Anti-Malware
  • AVL Pro Antivirus & Security
  • APUS Security – Clean Virus, Antivirus, Booster
  • Brainiacs Antivirus System
  • BullGuard Mobile Security and Antivirus
  • Phone Cleaner
  • Comodo Free Antivirus, VPN and Mobile Security
  • Emsisoft Mobile Security
  • ESET Mobile Security & Antivirus
  • Dr.Capsule – Antivirus, Cleaner, Booster
  • Super Cleaner
  • NQ Mobile Security & Antivirus Free
  • Zemana Antivirus & Security
  • MalwareFox Anti-Malware
  • CHOMAR Antivirus
  • dfndr security: antivirus, anti-hacking & cleaner
  • Privacy Lab Antivirus & Mobile Security
  • Webroot Business Security
  • VIPRE Mobile Security
  • V3 Mobile Security

I tre più problematici sono stati VIPRE Mobile, AEGISLAB e BullGuard. Tutti avevano difetti che potevano compromettere la privacy e la sicurezza degli utenti. Si noti che gli editori dei tre antivirus hanno lavorato sugli aggiornamenti con Comparitech per risolvere questi problemi.

Poi arrivano le preoccupazioni per le prestazioni. Più di un terzo del campione (8/21) di applicazioni non è riuscito a rilevare un virus pericoloso utilizzato nel testo. Questi includono AEGISLAB Antivirus Free, Antiy AVL Pro Antivirus & Security, Brainiacs Antivirus System, Super Cleaner Fotoable, MalwareFox Anti-Malware, NQ Mobile Security & Antivirus Free, Tap Antivirus Mobile Technology e Zemana Antivirus & Security. “Qualsiasi app antivirus Android dovrebbe essere in grado di individuare e arrestare il tentativo di infezione”, affermano i ricercatori.

Comparitech spiega che se l’antivirus su Android è così male, è perché i casi di smartphone infettati da malware sono ancora rari (rispetto ai computer con Windows 10 in particolare). Gli sviluppatori preferiscono quindi distinguersi dalla concorrenza offrendo funzionalità accessorie più o meno utili piuttosto che concentrarsi sul cuore della loro missione, la difesa dai virus. Gli utenti non si accorgono di aver installato un antivirus inefficiente poiché, con o senza, è improbabile che sia vittima di un attacco.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami