I ricercatori di Google sono riusciti a progettare uno strumento di traduzione della lingua dei segni che può essere integrato in uno smartphone, Google annuncia in un post sul blog. Esistono già strumenti in grado di tradurre la lingua dei segni ma che richiedono comunque computer potenti. Ad esempio, SignAll o Kintrans. “Il nostro metodo offre prestazioni in tempo reale su un telefono cellulare”, affermano Valentin Bazarevsky e Fan Zhang, ricercatori di Google.

In che modo Google traduce la lingua dei segni con uno smartphone?

Per sviluppare la sua tecnologia, Google ha mostrato un’intelligenza artificiale di 30.000 immagini di mani diverse che assumono pose diverse . “La percezione delle mani in tempo reale è un compito complesso perché le mani si aprono rapidamente si chiudono”, affermano i ricercatori. Non sorprende che si affidassero  all’apprendimento automatico , una tecnologia che consente ai computer di apprendere senza dover essere programmati in anticipo.

Al fine di semplificare l’attività dell’IA e ridurre la quantità di dati che gli algoritmi devono esaminare, Google ha sintetizzato il processo di rilevamento in 21 punti di riferimento manuali . In questo modo, lo strumento richiede meno energia (quindi non è necessario un computer potenziato) e funziona più velocemente.

Sfortunatamente, l’impresa si imbatte ancora nella traduzione delle espressioni facciali , parte integrante della lingua dei segni. Al fine di trovare una soluzione e accelerare lo sviluppo dello strumento, Google ha deciso di realizzare algoritmi di progetto open source. “Riteniamo che il rilascio di questa tecnologia consentirà la creazione di nuove idee e applicazioni creative da parte dei membri della comunità di ricerca e degli sviluppatori”, afferma Google.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami