Apple è oggetto di una denuncia da parte della società israeliana Corephotonics, che accusa la società di Cupertino di aver rubato la tecnologia. Secondo lei, Apple ha violato una dozzina dei suoi brevetti depositati presso l’ufficio brevetti e marchi negli Stati Uniti tra novembre 2013 e giugno 2016. Sono interessati tutti i modelli di iPhone dotati di un doppio sensore fotografico, vale a dire il iPhone XS, XS Max, X, 8 Plus e 7 Plus.

Il doppio sensore fotografico dell’iPhone al centro di una guerra di brevetti

Già nel novembre 2017, Corephotonics stava citando in giudizio Apple per gli stessi motivi. All’epoca erano interessati solo l’iPhone 7 Plus e l’iPhone 8 Plus. Da allora il marchio Apple ha lanciato diversi nuovi modelli di dispositivi mobili con due sensori fotografici, il reclamo è ora esteso a questi dispositivi, riferisce iDropNews. I brevetti includono tecnologie relative allo zoom ottico, al montaggio mini-teleobiettivo e a un processo software per la fusione di immagini scattate con obiettivi separati.

Corephotonics afferma che Apple ha incontrato i membri del suo team per discutere della tecnologia della fotocamera a doppio obiettivo e discutere di una possibile collaborazione e utilizzo della loro licenza. In questo caso, Apple avrebbe pagato l’azienda per utilizzare le sue tecnologie. Ma la società israeliana afferma che invece Apple ha segretamente rubato le sue tecnologie per produrre un’alternativa proprietaria, utilizzata dall’iPhone 7 Plus. Si noti che alcuni rapporti ci dicono che Samsung sarebbe interessata a un’acquisizione di Corephotonics.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami