La filiale 5G di Huawei è visibilmente in forma: il produttore cinese afferma di essere riuscito a garantire non meno di 50 contratti con operatori di tutto il mondo. Dobbiamo fare il punto su questo inventario: se è confermato, Huawei mantiene la sua posizione di leader nella distribuzione del 5G . E tutto questo nonostante le sanzioni americane. Le ultime cifre rilasciate dai principali concorrenti di Huawei (Nokia ed Ericsson) risalgono a giugno. Nokia aveva ottenuto 45 contratti e Ericsson 24.

5G: Huawei annuncia la protezione di 50 contratti

Ovviamente, la resa dei conti degli Stati Uniti contro gli interessi cinesi continua: l’amministrazione Trump ha già ottenuto da alcuni paesi come l’ Australia o il Giappone che le soluzioni 5G di Huawei sono escluse dalle loro offerte. La CNBC riferisce inoltre che Donald Trump lunedì ha firmato un accordo con la sua controparte polacca che dovrebbe nuovamente condurre all’esclusione di Huawei nel paese: in nessun momento viene nominato il gruppo cinese, ma l’accordo impegna la Polonia a prendere in considerazione i collegamenti tra imprese e governi stranieri per la diffusione della sua rete.

L’Europa è a questo proposito un nuovo teatro della guerra commerciale tra gli Stati Uniti e la Cina, dopo aver rifiutato di vietare le sue attrezzature all’interno dell’Unione .

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami