All’inizio di agosto 2019, Google ha dichiarato di aver temporaneamente interrotto l’ascolto di conversazioni con Assistant da parte di esseri umani. Un periodo di tempo che gli consentirebbe di condurre un’indagine e mettere in atto una nuova procedura per garantire una migliore protezione della privacy degli utenti. Ora, la ditta Mountain View riprenderà ad ascoltare, ma annuncia diversi cambiamenti.

Google diventa più trasparente …

Google inizia ricordando che le conversazioni con il suo assistente intelligente non sono, per impostazione predefinita, memorizzate sui suoi server. Durante l’impostazione di Google Assistant, l’utente ha la possibilità di rifiutare il salvataggio dei suoi file audio. Sfortunatamente, non è possibile cambiare idea dopo aver attivato Wizard per la prima volta. La società promette che si assicurerà che gli utenti possano confermare ancora una volta il loro consenso a questa funzione e che nessuna conversazione verrà ascoltata fino a quando non avranno convalidato nuovamente l’opzione.

Uno dei cambiamenti è che Google ora indicherà chiaramente che i file audio possono essere ascoltati dagli umani. In precedenza c’era un’ambiguità che poteva suggerire che solo i robot stavano analizzando le conversazioni. Nota che la compagnia ti incoraggia ancora ad essere ascoltata perché ti aiuta a riconoscere meglio la tua voce a lungo termine e a migliorare le capacità dell’Assistente in generale, specialmente per quanto riguarda il riconoscimento di lingue e lingue. accenti.

.. e migliora la sicurezza

Il colosso americano ha anche affermato di aver aggiunto un ulteriore livello di protezione per preservare la privacy di coloro che accettano che le loro conversazioni vengano ascoltate. Non si riversa tuttavia non in dettaglio, specificando solo che, come prima, i file audio non sarebbero mai stati associati a un nome o dati personali. Circa lo 0,2% dei campioni audio è ascoltato da esperti.

Infine, Google garantisce che eliminerà più audio sistematicamente. Si concentrerà principalmente su situazioni in cui Assistant viene attivato involontariamente. ”  Implementeremo ulteriori misure per aiutarci a identificare meglio le attivazioni involontarie ed escluderle dal processo di revisione umana”. “Spiega. Inoltre,  verrà eliminata la ”  stragrande maggioranza ” di file di diversi mesi. Tutte queste modifiche verranno apportate entro la fine del 2019.

Lascia una recensione

Please Login to comment
avatar
  Subscribe  
Notificami